Select Page

Marocco: un trekking sui Monti dell’Atlante

trekking sui Monti dell'Atlante

Come ci siamo arrivati

Quando si pianifica un viaggio in Marocco le prime mete che si scelgono prevedono sempre e giustamente la visita delle città imperiali – Fes, Marrakech, Rabat e Meknes – un tour nel deserto e alcune tappe sulla costa e sul suo bellissimo mare. Anche il nostro viaggio ha naturalmente toccato questi luoghi magnifici. Non sono molti invece quelli che considerano la bellezza e il fascino delle montagne del Marocco: i Monti dell’Atlante.

Da amanti dei trekking noi abbiamo deciso di lanciarci anche in questa avventura poco frequentata dalla maggior parte dei turisti. Il Trekking sui Monti dell’Atlante regala fantastici paesaggi di natura che alternano terra rossa, rocce, cieli limpidi e azzurri, piccoli torrenti, foreste, passi in quota, valli immense, sperduti villaggi, sentieri arrotolati come serpenti tra rocce, scarni alberi aggrappati ai precipizi, pastori e capre persi tra le nuvole. Profumi e colori che si imprimono indelebilmente nel profondo. 

trekking sui Monti dell'Atlante
U

INFO

DA/IN AUTO/BUS
  • Marrakech – Imlil, 1 h 30 min (66.9 km)

  • Rabat – Imlil, 4h 48 min (388.9 km)

  • Casablanca – Imlil, 4 h 9 min (308.8 km)

DIARIO VIAGGIO MAROCCOwww.aguaplano.org/marocco

GALLERIA FOTO MAROCCO  www.aguaplano.org/immagini-marocco

Notizie storiche

La catena montuosa dell’Atlante si estende da ovest a est dell’Africa nord-occidentale e forma una barriera tra il deserto del Sahara e il mare Mediterraneo. Attraversa Marocco, Algeria e Tunisia per circa 2.500 km. Nella sua parte marocchina si trova il Jbel Toubkal (4167 m), la vetta più alta dell’intera catena. La formazione della catena origina dall’avvicinamento della placca africana con quella euroasiatica.      Il suo nome locale è Adrar n Dern (“il Monte dei Monti”) ed è di origine berbera.  I Monti dell’Atlante sono infatti abitati principalmente da popolazioni berbere.

trekking sui Monti dell'Atlante
trekking sui Monti dell'Atlante
trekking sui Monti dell'Atlante

Dove si trova & come arrivarci

La catena montuosa dell’Atlante attraversa diagonalmente il Marocco  da nord-est, in corrispondenza del confine settentrionale con l’Algeria, a sud-ovest, dove incontra l’oceano Atlantico nei pressi di Agadir. Marrakesh è la più vicina grande città da cui raggiungere Imlil, uno dei principali e migliori punti di partenza per un trekking sui Monti dell’Atlante . Solitamente il trasporto fino a Imlil è compreso nel pacchetto del trek tour. Se volete invece raggiungere Imlil in autonomia consigliamo di prendere un grand taxi (Taxi collettivi) alla stazione vicino al Sidi Mimoun Garden (costo circa 50/60 Dirham).

Tsiribihina

trekking sui Monti dell'Atlante
U

Posti da non perdere

  • Mount Toubkal

  • Imlil and Imnane Valley
  • Cascate di Setti Fatma

  • Villaggi Berberi

  • passi montani Tizi n Lbour e Tizi n tacht

trekking sui Monti dell'Atlante

Cose da vedere

Ci sono molti percorsi di trekking sui Monti dell’Atlante, di diversa durata e difficoltà. Si possono fare trekking che vanno dai due ai 15 giorni su diversi percorsi. Sul cammino incontrerete bellissime valli, passi d’alta montagna, zone verdi ed altre aride e rocciose. I villaggi che si attraversano e che fanno da base per la notte sono estremamente rurali: una vera immersione nella cultura berbera che vive di pastorizia, agricoltura e artigianato. Nella lingua locale i berberi si chiamano “Imazighen”, che significa “uomini liberi”. I Monti dell’Atlante ospitano un numero di animali e piante unici in Africa, come il macaco Berbero, il leopardo berbero, il cervo berbero,  il tasso dei Monti dell’Atlante, la gazzella di Cuvier oltre a ibis, merli e una grande varietà di altri uccelli; la vegetazione alterna Cedri dell’Atlante, pini neri, e querce Algerine a zone brulle tipiche dell’alta montagna.

trekking sui Monti dell'Atlante
Il trekking sui Monti dell’Atlante che abbiamo scelto noi è durato 4 giorni con queste tappe:

Giorno 1 : Dopo il transfer da Marrakech a Imlil inizio del trek. Si parte da Imlil (1740m) a Tachedirt (2300m) attraversando il Tizi n Tamatert mountain pass (2279m) , 4 ore circa di cammino. Si passa la notte in una guesthouse locale. 

Giorno 2: da Tachedirt si prosegue per Imsker (1600m) scendendo verso la Imnane valley e attraversando alcuni villaggi locali  (Ounskra, Tamguiste , Ikkis, Amssakrou e Arg), 5 ore circa di cammino.

Si passa la notte in una guesthouse locale. Giorno 3: da Imsker si raggiunge Tizi oussem (1900m) attraverso il Tizi n Lbour mountain pass (1500m), la valle di Imlil, il Tizi n tacht mountain pass (2000m), il villaggio di Ait Aissa nella valle di Azzaden con  6 ore circa di cammino. Si passa anche qui la notte in una guesthouse locale.

Giorno 4: da Tizi oussem (1900m) si rientra ad Imlil  attraverso le Ighouliden waterfalls e il Tizi M’zzik mountain pass (2450m) con 5 ore circa di cammino. Ci sono molte agenzie locali che offrono diversi trek: noi abbiamo viaggiato, e consigliamo, con toubkalguide.com. I prezzi vanno dai 120 Euro a persona per l’ascesa del Monte Toubkal (2 giorni) ai 600 Euro per 15 giorni di Trekking attraverso le Montagne dell’Alto Atlante compresa l’ascesa del Toubkal (escluse bevande extra assicurazione e tassa di ingresso, per altro molto bassa, circa 10 Euro).

Dove dormire e mangiare

Se siete arrivati da soli a Imlil a questo link di Wikitravel potete trovare segnalati alcuni luoghi per dormire e mangiare. Con qualsiasi compagnia locale con la quale potete organizzare il trekking sui Monti dell’Atlante però non ci sarà bisogno di prevedere la ricerca. E’ infatti previsto e compreso già dalla partenza a Imlil e per tutto il trekking. Il cibo – cucinato durante il trek sia lungo il cammino che nelle guesthouse dove ci si ferma a dormire per la notte – è abbondante e ottimo. Se volete nei villaggi troverete sempre comunque la possibilità di comprare prodotti locali. Gli alloggiamenti nelle guesthouse dei piccoli villaggi sono piuttosto basic ma nulla di meno di un normale rifugio sulle nostre montagne. Nei villaggi potrete trovare dei piccoli e semplici hammam locali scavati nelle fondamenta delle case che offrono per pochi dirham un delizioso vapore caldo dopo la fatica del cammino e il freddo dell’altitudine. Con noi ha viaggiato anche l’asina Caterina che trasportava cibo, acqua e attrezzatura varia per i giorni di trekking. Un insostituibile e prezioso aiuto e una compagnia davvero speciale e unica!
trekking sui Monti dell'Atlante
trekking sui Monti dell'Atlante

trekking sui Monti dell’Atlante

  • Facile —> Difficile 60% 60%
  • Poco caro —> Molto caro 30% 30%
  • Quanto è turistico? 30% 30%

Salva su Pinterest!

Marocco: un trekking sui Monti dell'Atlante
Diario di viaggio in Marocco

A proposito dell'autore

Lascia un commento

l tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi è Aguaplano?

Ciao! Siamo Valeria e Sigfrido, abbiamo viaggiato insieme per quasi 20 anni visitando più di 65 Paesi.

Il nostro blog è in circolazione da più di dieci anni. Vogliamo aiutare le persone a scoprire nuove destinazioni e fornire informazioni, suggerimenti, consigli e suggerimenti sui viaggi indipendenti. Parliamo italiano, inglese, spagnolo e francese. Seguici!

aguaplano logo senza scritta small - Marocco: un trekking sui Monti dell'Atlante

Hello Traveller!

Get your kicks on every route!

Join our mailing list to receive the latest news

and updates from us!

You have Successfully Subscribed!